I Van Canto e l’Hero Metal a Cappella

E’ da un po’ di anni che ascolto principalmente metal e, ad oggi, mi ero anche un pochino stufato. Perché? Perché per quanto i gruppi siano tecnicamente impeccabili [gusto personale] sono tutti, semplicemente, uguali [e poi ho iniziato anche a provare una certa dose di odio per tutti quelli che dicono “ma questo vuole imitare quell’altro”.. ehm… no… è il genere che è così 😐 ma va beh..]. Quindi, immaginando i vari gruppi Metal come se fossero ciascuno un mondo, ho iniziato a girovagare come un barbone ignorante. Un giorno arrivai nel mondo dei Metallica [che tanti apprezzano ed acclamano ma io non riesco a farmi piacere] ma ci rimasi poco. Dopo qualche giorno fu la volta del mondo dei Dragonforce. Cacchio questi erano parecchio forti, ogni volta che li ascoltavo mi sembrava di dover fare una gara con una di quelle macchine stra pimpate [ringrazio di non avere la macchina, dato il loro tempo musicale di 200x rispetto il normale… mi sarei schiantato contro il primo palo]. Ripreso dalla confusione quasi mortale [@_@] ma sublime, approdai nel mondo dei Trivium. Questo mondo lo definirei un pò come i paesi Asiatici… hanno un qualcosa che… mi piace un casino ma non capisco bene ne cos’è ne perché mi piace. Ma, come ho detto prima, i mondi sono infiniti e, continuando a girovagare senza ne cibo ne acqua [dato che non avevo l’abilità della Natura addestrata quasi sempre fallivo i tiri per procacciarmi il cibo :|] mi sono imbattuto in un mondo… senza… mega, iper e superlativi Rif
“Ehm… ma io stavo girando nei mondi del metal, che cacchio ci fa sto mondo qui?” mi chiesi un po’ stupefatto. In lontananza si sentiva il solito folle batterista che infiammava le bacchette e dava vita a dragoni in doppia cassa e poi? Poi 5 voci.
“Ehm… bello il coretto gospel ma io cercavo del metal” Un po’ abbattuto. Al ché un pelatone inizia a cambiare il mondo di cantare sparandomi in pieno petto un “uilla” in combo ad una serie “Rabadan” [alla Cuore di Pietra di Squall] talmente bassi da farmi rivoltare lo stomaco [non avevo nemmeno l’abilità di Acrobazia.. già… quindi sono pure caduto e mi sono fatto male al sedere 😐 e cacchi che sfiga ma una sfida di Diplomazia o Arcano no? :|].
“Ma tu sei un personaggio di un fumetto!!! Solo loro possono urlare la mossa prima di farla!!!” Gli urlai cercando di farmi sentire… altre due voci incomberono sempre più potenti e tra la potenza di quello che ormai era definito “Pelatone”, la dolce voce di una ragazza… popputa… e la voce di quello che sembrava un solista il tutto perfettamente miscelato con i Dragoni di prima ecco che, nelle mie orecchie, si iniziò ad insinuare un suono melodioso “Cacchio ma questo è metal!!” Si… le tre voci [ricordiamoci il Pelatone esperto nel “rabadan”] sembravano gli strumenti “mancanti” in quel gruppo. Chitarra elettrica, Basso, tastiera.. c’era tutto e non c’era niente [o.o] ma voi….:

Tenuto forzatamente a terra dalla potenza di quelle voci, ero stupefatto *cioè, noi abbiamo avuto i Neri per Caso e in Germania sti tizi?* pensavo e subito dopo mi risposi *La domanda non è chi è??? La domanda è Pecché!!!*
Ebbene si, un pazzo, un giorno come gli altri, ha detto “Ma perché non suoniamo del buon metal… senza strumenti? :|” Per forza così deve essere andata, il bello è che gli altri 5 pazzi lo hanno assecondato. Il pelatone mi spara un “raka-katan” e mi rimette in piedi, dopodiché, tutti insieme, discendono da quello che sembrava un Olimpo e iniziano a presentarsi:
“Piacere, il mio nome è Inga Scharf” disse la popputa con un tono tanto gentile, mentre allungava una mano per rialzarmi da per terra. “Io sono Ross Thompson RABADAN”. Ributtandomi giù “E che cazzo!!!” un po’ stufo di sta cosa “ehm scusa, parlo così ç_ç” mmm… “Io sono Stefan Schmidt, il pazzo che un giorno si alzò e creò l’Hero Metal a Cappella” massaggiandomi un pò il mento “Ah, sei tu il folle quindi?” tutto felice “Ovvio!” e dopo la risposta iniziò a slinguarsi la popputa *ok, stanno insieme :|*. Alzandomi piano piano sentì il nome di quelle che dovevano essere la chitarra d’accompagnamento e la voce solista [Ingo Sterzinger e Philip Dennis Schunke]. “PTIISH! EHI CI SONO PURE IO!” Tuonò il batterista “Va bene che l’originalità del gruppo sta nelle 5 voci ma esistono pure io eh -depression mode-” dando qualche coppino sulla spalla “Iu shono Bastian Emig eccu”.

Ri-ri-ri-alzandomi [si, cazzo di Ross continuava a parlare e a spiegarmi che lui è l’Higher Rakkatakka Vocals] misi su una piccola tenda [che dovetti ri-ri-ri-mettere su ogni volta dato il motivo di prima :|] e, ancora oggi, sono in questo mondo chiamato: Van Canto.


Ora, a parte il mio blog lunghissimo pieno di cazzate [giuro che non faccio uso ne abuso di stupefacenti] vi metto alcuni link “seri” che vi possono illuminare un pò di più:

Per il resto… arrangiatevi 😉

Annunci
Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su Musica
4 comments on “I Van Canto e l’Hero Metal a Cappella
  1. Kasuma Akire ha detto:

    miticiiiiiiiiiii
    patato te però sei un pò fuso XD

  2. aizercast ha detto:

    Beh, Wow! Ora devo vedere se la loro musica è distribuita con licenza CC e quale. Se posso li metto nel prossimo episodio di aiZerCast.
    Grazieee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie
Post più letti
Archivi

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: